Moneta Green: al via la sperimentazione in Emilia Romagna

Accelerare l’evoluzione verso la Green Economy attraverso l’uso delle monete complementari: questo l’obiettivo del percorso di sperimentazione che prenderà il via lunedì 27 novembre.

Un percorso di sperimentazione per verificare se i sistemi di moneta complementare possano essere efficacemente utilizzati come stimolo allo sviluppo della Green Economy, oltre che come elemento di sostegno dell’economia locale.

È questo l’obiettivo della sperimentazione promossa da Ervet e Aster, a cui prenderà parte il Circuito Liberex.net, con il coinvolgimento dell’Assessorato alle attività produttive, economia verde e piano energetico della Regione Emilia Romagna, ANCI Emilia-Romagna e Transition Italia.

Lunedì 27 novembre, alle ore 20.30, è in programma la prima presentazione pubblica del percorso di sperimentazione presso il Centro San Teodoro in Via Abbazia, MonteveglioComune di Valsamoggia (BO).

Questa sperimentazione parte da un semplice presupposto: le monete complementari coesistono quotidianamente con il sistema monetario ufficiale anche se normalmente non le identifichiamo con questo nome. Si tratta di meccanismi utilizzati da lungo tempo in tutto il mondo e risultano particolarmente utili per stabilizzare i flussi economici, sostenere le economie locali e stimolare comportamenti specifici interni ai mercati.

Potrebbero quindi rivelarsi efficaci anche nell’accelerare l’evoluzione verso la green economy del sistema economico regionale, ad esempio stimolando domanda e offerta di beni e servizi green senza incidere sulla liquidità delle imprese.

Da qui l’idea di provare a sperimentare concretamente se questi strumenti possono essere utili per raggiungere più rapidamente gli ambiziosi obiettivi che la Regione Emilia Romagna si è posta con il nuovo Piano Energetico Regionale.

Con l’aiuto di ANCI Emilia Romagna sono state quindi individuate due aree test che saranno oggetto della sperimentazione per un periodo di un anno: il territorio del Comune di Forlì e quello del Comune di Valsamoggia.

Con tali presupposti, si intende quindi fornire supporti culturali e tecnici che aiutino le aziende a orientarsi verso la green economy, collegati a una rinnovata capacità di azione fornita dalla capacità di credito interna al circuito.

L’aspettativa è che la presenza congiunta di una intensa e capillare azione culturale e di una rinnovata capacità di credito attivino un processo di evoluzione green del sistema economico locale. Di particolare interesse, oltre a quanto già menzionato, è l’osservazione dell’effetto di densità culturale che si dovrebbe generare attraverso il coinvolgimento di molte imprese nello stesso territorio.

 

All’incontro di lunedì 27 novembre parteciperanno:

Palma Costi – Assessore alle Attività Produttive, Piano Energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma della Regione Emilia Romagna

Alessandro Rossi – ANCI Emilia Romagna

Enrico Cancila – ERVET

Daniele Ruscigno – Sindaco di Valsamoggia

Paolo Piras – Circuito Liberex.net

SCARICA LA LOCANDINA

INSERITO IN:

Tag:

I commenti sono chiusi.

Ultime Recensioni